Appunti dal web, dagli scritti di Michele Trenti

Sistemi di riferimento

07/06/2010

Appunti di Michele Trenti

Per un musicista vi sono due modalità di approccio all’approfondimento della propria materia: una è nella direzione di una ricerca sempre maggiore sul particolare e di una sempre più profonda comprensione del suo senso nell’ambito del sistema nel quale si sta ragionando; l’altra è nello sforzo di ampliare il sistema stesso di riferimento nel quale il particolare – ogni particolare – è collocato, ciò che può conferire a tale particolare un significato nuovo.
Possiamo farci un’idea di questo concetto pensando all’ambito fotografico, nel meccanismo dello zoom, che permette in una direzione una visione più particolareggiata del dettaglio, e la facoltà di coglierne meglio il senso “dall’interno”, nell’altra direzione offre un’osservazione del contesto in cui i singoli particolari sono collocati, cosa che permette la comprensione del loro senso complessivo.
I due processi sono necessari entrambi, e sono complementari; mancando uno dei due l’approccio dell’artista resta limitato e poco fertile.
Osserviamo anche che, generalmente, nello spirito femminile si trova una migliore predisposizione all’approfondimento del particolare, mentre nell’uomo vi è una maggior attitudine a sviluppare il cambio di sistema di riferimento.